A tutti voi

A tutti voi: genitori, alunni, maestre, personale amministrativo.

Carissimi tutti, che il Dio della pace e dell’ospitalità ci ricolmi delle grazie e delle consolazioni dello Spirito. “Il campo è di Dio, noi siamo semplici strumenti nelle sue mani”. Dio guida la nostra vita con la sua sapiente provvidenza. Si tratta per noi di avere la saggezza della mente e l’umiltà del cuore per saper leggere la storia e capire anche il buono in questo momento cosí difficile per tutti.

A voi genitori: che possiate avere forza e coraggio per dare il meglio per voi e per i vostri figli. Approfittate di questo momento per condividere, per avvicinarvi ai vostri bambini con tenerezza; vivete queste giornate con atteggiamento di fede e contemplate il gran dono che Dio vi ha dato: diventare genitori. Non dimenticate che, dove ci sono unità ed amore, c’è il Signore. Tutto andrà bene.
San Paolo, nella Lettera ai Romani, ci ricorda: “gareggiate nella speranza, forti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera, solleciti per la necessità dei fratelli, premurosi nell’ospitalità…”

A voi bambini: stiamo vivendo un tempo dove qualcosa è cambiato. Voi continuate ad essere felici, approfittate del tempo libero per studiare un po’ di più, per fare i compiti che le maestre vi inviano, per aiutare in casa. Amate i vostri genitori, fratelli, sorelle, nonni.
Ho visto i vostri video ed i vostri messaggi e sono davvero orgogliosa di voi! State facendo tante cose belle: aiutare la mamma in casa, suonare e studiare musica, leggere, scrivere poesie, fare bei disegni. Continuate così!
A noi suore mancate tanto! Sappiate che la scuola senza voi è tanto vuota. Quando ci siete invece si illumina, è gioiosa, allegra, ci si sente in famiglia, una famiglia a cui voi, bambini, date vita. Voi siete come un giardino che si veste di tanti colori, il vostro sguardo puro e dolce riempie di freschezza. Speriamo di potervi riabbracciare presto, perché questa è la vostra seconda casa. Vi vogliamo tanto bene! Un abbraccio da parte di tutte le suore.

A voi maestre ed al personale amministrativo: siete parte di noi, tutti insieme siamo il motore, l’amore, la forza di quanto facciamo per i nostri bambini. Per questo non ci fermeremo ed insieme ce la faremo. Ricordiamo sempre che la nostra scuola ha radici forti: Maria Rafols e Giovanni Bonal avevano un immenso coraggio interiore e, con grande impegno educativo e caritativo, mai si fermarono davanti ai problemi del loro tempo. Anche noi faremo così, non ci fermeremo! Siamo parte di una grande congregazione, quella delle Suore della Carità di Sant’Anna, e nessuno mai dovrà sentirsi solo. Andiamo avanti con forza e coraggio, guardiamo al futuro con speranza, sosteniamoci e seguiamo costantemente i nostri bambini perché, insieme ai genitori, dobbiamo dare esempio di unità, disciplina, responsabilità ed interezza.

A tutti voi: la vita talvolta ci dà delle lezioni e questa volta ci vuole ricordare quali siano i valori importanti, valori che abbiamo davanti tutti giorni, ma che spesso dimentichiamo. Questa prova ha messo a nudo la fragilità umana ma, nello stesso tempo, sta dando a tutti noi l’occasione per rinforzarci e vincere lo sconforto, ricordandoci che siamo figli di quel Padre che ci ama, che non ci abbandona e che invita a fidarci di Lui.

Tutto questo deve indurci a pregare ancora di più. Noi suore vi ricordiamo tutti i giorni nelle nostre preghiere.

Un caro abbraccio a tutti, siamo con voi con il cuore.

Suor Marisella Orozco e tutte le consorelle.