Storia della scuola

Fondazione della scuola Sant'Anna di Settecamini

A sinistra di Papa Pacelli c’è la consigliera Generale Madre Pilar Escolano, poi la Superiora Generale Madre Eladia ed infine, a sinistra della immagine, la nostra prima Madre Superiora, Madre Maria Moles.

Papa Pio XII nel 1925 chiamò a raccolta tutti gli istituti religiosi residenti ed operanti a Roma, affinché offrissero la loro opera per la ricostruzione religiosa e morale della periferia romana dopo la seconda guerra mondiale.

Il 3 settembre 1952 giunsero per la prima volta a Settecamini un gruppo di suore per aiutare le ragazze ed i bambini. Le sorelle si dedicarono sin da subito ad aiutare le giovani, insegnando loro taglio, cucito e ricamo.

Dopo pochi anni, alcune madri lavoratrici, non sapendo a chi affidare i propri bambini durante le ore lavorative, chiesero alle suore di aprire una scuola materna. Le difficoltà erano però molteplici: dalla sede, alla mancanza di fondi per la costruzione di una scuola. Dopo una lunga battaglia con il Comune, le suore della Carità di Sant’Anna riuscirono ad acquistare il terreno e, con i fondi offerti dalla Congregazione e dai parrocchiani di Settecamini, si diede inizio alla costruzione della scuola.

Finalmente il primo dicembre 1958 iniziarono le lezioni della scuola dell’infanzia, sotto la guida di due insegnanti: Suor Consuelo e Suor Lidia. Il primo ottobre del 1960 ebbe inizio anche la scuola elementare. Lo studio come valore, come elemento di riscatto e di affermazione nella vita: è questo ciò che le suore hanno trasmesso e continuano a trasmettere ai propri alunni.

Le Suore
Suore

Da sinistra: Suor Elia, Suor Albina, Suor Piera, Suor Lidia, Suor Consuelo, Suor Consolazione, Suor Massima e Suor Giuseppina.

Ottenuta l’autorizzazione dal Ministero della Pubblica Istruzione, nel 1960 ebbe inizio la scuola elementare. La prima insegnante fu Suor Consuelo Beltràn, abilitata all’insegnamento sia alla scuola materna che elementare.

Nello stesso anno entrò a far parte della comunità Suor Elia Miguel che, insieme a Suor Lidia Melis, cominciò ad insegnare alla scuola materna. Nell’arco di pochi anni si riuscì, grazie agli ulteriori permessi dal Provveditorato ed all’ingresso di altre religiose nella scuola, a completare il ciclo scolastico dell’intera scuola elementare.

Ad oggi, la missione educativa delle Sorelle della Carità di S. Anna si caratterizza con la dedizione delle suore all’istruzione dei bambini. Fedeli al Carisma di Carità dei Fondatori, partecipano a questa missione, collaborando alla formazione della persona affinché essa possa essere artefice del proprio sviluppo, raggiunga la maturità umana, scelga liberamente per la fede e si impegni per la costruzione di una società più giusta e fraterna basata sulla verità, la pace e l’amore.