Tag: CoronaVirus

AVVISO circ. n.59: DDA in attesa del prossimo DPR del 3 Maggio 2020
AVVISO circ. n.59: DDA in attesa del prossimo DPR del 3 Maggio 2020

Circolare n.°59

A partire da lunedì 4 Maggio e fino all’ 8 Giugno 2020 (salvo ulteriori disposizioni ministeriali) le attività didattiche a distanza, previste dall’art. 1, g. del DPCM del 4 Marzo, proseguiranno con ulteriori implementazioni (video lezioni) in tutte le classi della scuola Primaria. Per la scuola dell’infanzia proseguiranno fino al 30 giugno.

Le lezioni, essendo calendarizzate, seguiranno un orario ben preciso, proprio per agevolare le famiglie ed organizzarsi per tempo, permettendo in tal modo agli alunni di essere sempre presenti. Sarà cura delle insegnanti comunicare ai genitori le modalità ed i tempi da seguire.

Si ringrazia e si porgono cortesi saluti.
La Direzione Didattica 

AVVISO: DDA in attesa del prossimo DPR del 3 Maggio 2020.
AVVISO: DDA in attesa del prossimo DPR del 3 Maggio 2020.

Circolare n.°58

Sin dall’inizio dell’emergenza COVID-19, la nostra Scuola ha attivato modalità didattiche ritenute idonee a garantire la continuità didattica e la prosecuzione del rapporto formativo con i suoi alunni mediante la “Scuola a distanza”, tenendo conto delle: linee educative e didattiche proprie di ciascuna insegnante, realtà di apprendimento e di relazione proprie di ciascuna classe, modalità comunicative e relazionali pensate come più adeguate a continuare il percorso scolastico intrapreso, sia pure secondo modelli del tutto diversi dalla “scuola in presenza” e, peraltro, mai sperimentati nemmeno dalla nostra scuola.

La Direzione della Scuola, d’intesa con il Gestore ha cercato di chiarire la volontà dell’istituzione scolastica di proseguire l’intervento educativo avviato, mediante:

  • l’utilizzo dell’esistente sito della scuola quale punto di riferimento e di collegamento;
  • l’indizione di Collegi Docenti on-line per assicurare il costante scambio fra Docenti e Direzione circa la continuazione dell’attività didattica complessivamente unitaria;
  • la richiesta alle insegnanti di formalizzare sia la revisione della programmazione educativa, adattandola alle nuove condizioni ambientali dovute alla pandemia del Coronavirus, sia la proposta settimanalmente presentata agli alunni di prosecuzione didattica, comprensiva di argomenti, spiegazioni, materiali d’apprendimento, compiti da svolgere, correzione degli elaborati, elementi per la valutazione, ecc.;
  • il ricorso a strumenti e canali comunicativi diversificati, rispettoso delle scelte pedagogiche dei singoli docenti e delle caratteristiche d’apprendimento di ciascuna classe (dal telefono alle mail, da WhatsApp alle piattaforme di Classroom e WeSchool, da Zoom ai filmati), ma tutti finalizzati e mirati alla ricerca di “buone prassi” da condividere con le colleghe.

Nella prima fase dell’emergenza, non sapendo ancora se e quando essa sarebbe rientrata, si è ritenuto opportuno non inserire nel percorso della “Scuola a distanza” le attività “meno salienti” per due ragioni:

  • verificare la gradualità e la “funzionalità” del percorso scolastico attuato con la proposta di “Scuola a distanza” a partire dalle materie curricolari, in modo tale da poterne verificare la validità e la percorribilità operativa con la successiva possibilità di estenderne l’applicazione a tutte le discipline di studio;
  • evitare di sovraccaricare le famiglie con ulteriori attività didattiche, che sarebbero in una prima fase apparse come un “onere” eccessivamente gravoso per alunni di scuola primaria ed i loro genitori, in una fase ancora embrionale della “Scuola a distanza”.

Dal momento che il percorso è stato avviato, con l’apprezzamento della maggior parte delle Famiglie, il Collegio Docenti ritiene ora opportuno, dato il perdurare della situazione emergenziale, continuare tutti i percorsi al fine di permetterne la valutazione degli apprendimenti. Dal prossimo DPR, del 3 Maggio quindi, saranno affrontate tutte le discipline curricolari, considerando che tutti i contenuti disciplinari saranno in ogni caso ripresi all’inizio del prossimo anno scolastico.

Grati della collaborazione
La Direzione Didattica

Agevolazioni emergenza COVID-19
Agevolazioni emergenza COVID-19

Care Famiglie, “da oggi riconquistiamo un diritto fondamentale, che non ci sarà tolto: il diritto alla speranza. È una speranza nuova, viva, che viene da Dio… Immette nel cuore la certezza che Dio sa volgere tutto al bene, perché persino dalla tomba fa uscire la vita …” (Papa Francesco).

Alla luce dell’emergenza in atto e dei provvedimenti governativi inerenti al virus, nel rinnovare a tutti l’augurio che con la Grazia del Signore tutto possa risolversi nel più breve tempo possibile, sono a rispondere ai quesiti posti alla mia attenzione. Come saprete, l’Istituto che rappresento sta continuando ad impartire la didattica a distanza ai propri alunni, così come previsto dal Ministero dell’Istruzione a garanzia dell’apprendimento e della continuità didattica. Pertanto, non posso non ribadire che, come da regolamento sottoscritto, la retta scolastica è annuale e resta obbligatoria, al di là della modalità di erogazione frontale della didattica. L’agevolazione riguarda il solo costo della mensa scolastica e del doposcuola . Tuttavia, per venire incontro alle esigenze delle famiglie e riconoscendo la “delicatezza” del momento che stiamo attraversando, è stata prevista una integrazione al regolamento a. s. 2019/2020 in termini di alcune agevolazioni che vengono riassunte nel seguente modo:

REGOLAMENTO CLASSI SCUOLA PRIMARIA A.S. 2019-2020;

• Quanto alla retta scolastica, fermo restando che la stessa sia annuale e che può essere dilazionata in mensilità corrisposte da settembre a giugno, si riconosce la possibilità alle famiglie di versare la penultima mensilità di maggio entro e non oltre il termine perentorio del 30/06/2020, mentre il pagamento dell’iscrizione per l’a.s. 2020-2021 che deve essere versato entro maggio 2020 potrà essere corrisposto entro e non oltre il 31/08/2020. Resta invariata la possibilità di versare l’ultima mensilità di giugno 2020 entro il 31/12/2020.

REGOLAMENTO CLASSI SCUOLA DELL’INFANZIA E SEZ. A/B E SCUOLA PRIMARIA I ANNO A.S. 2019-2020:

• Quanto alla retta scolastica, fermo restando che la stessa sia annuale e che può essere dilazionata in mensilità corrisposte da settembre a giugno, si riconosce la possibilità alle famiglie di versare la penultima mensilità di maggio entro e non oltre il termine perentorio del 30/06/2020. Resta invariata la possibilità di versare l’ultima mensilità di giugno 2020 entro il 31/12/2020. La su indicata integrazione inerente al Regolamento a.s. 2019-2020 quale condizione di miglior favore riconosciuta alle famiglie, è operante dalla data odierna, fermo restando l’intero contenuto del Regolamento a.s. 2019/2020 già approvato e sottoscritto dai genitori, che si intende integralmente trascritto e riportato.

Il Regolamento a.s. 2020-2021 sarà invece oggetto di apposita sottoscrizione da parte di ogni famiglia al momento dell’iscrizione e potrà recepire eventuali Decreti Ministeriali o essere oggetto di revisione in base al prolungarsi dell’attuale emergenza dovuta al COVID-19.

La Direzione didattica

A tutti voi
A tutti voi

A tutti voi: genitori, alunni, maestre, personale amministrativo.

Carissimi tutti, che il Dio della pace e dell’ospitalità ci ricolmi delle grazie e delle consolazioni dello Spirito. “Il campo è di Dio, noi siamo semplici strumenti nelle sue mani”. Dio guida la nostra vita con la sua sapiente provvidenza. Si tratta per noi di avere la saggezza della mente e l’umiltà del cuore per saper leggere la storia e capire anche il buono in questo momento cosí difficile per tutti.

A voi genitori: che possiate avere forza e coraggio per dare il meglio per voi e per i vostri figli. Approfittate di questo momento per condividere, per avvicinarvi ai vostri bambini con tenerezza; vivete queste giornate con atteggiamento di fede e contemplate il gran dono che Dio vi ha dato: diventare genitori. Non dimenticate che, dove ci sono unità ed amore, c’è il Signore. Tutto andrà bene.
San Paolo, nella Lettera ai Romani, ci ricorda: “gareggiate nella speranza, forti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera, solleciti per la necessità dei fratelli, premurosi nell’ospitalità…”

A voi bambini: stiamo vivendo un tempo dove qualcosa è cambiato. Voi continuate ad essere felici, approfittate del tempo libero per studiare un po’ di più, per fare i compiti che le maestre vi inviano, per aiutare in casa. Amate i vostri genitori, fratelli, sorelle, nonni.
Ho visto i vostri video ed i vostri messaggi e sono davvero orgogliosa di voi! State facendo tante cose belle: aiutare la mamma in casa, suonare e studiare musica, leggere, scrivere poesie, fare bei disegni. Continuate così!
A noi suore mancate tanto! Sappiate che la scuola senza voi è tanto vuota. Quando ci siete invece si illumina, è gioiosa, allegra, ci si sente in famiglia, una famiglia a cui voi, bambini, date vita. Voi siete come un giardino che si veste di tanti colori, il vostro sguardo puro e dolce riempie di freschezza. Speriamo di potervi riabbracciare presto, perché questa è la vostra seconda casa. Vi vogliamo tanto bene! Un abbraccio da parte di tutte le suore.

A voi maestre ed al personale amministrativo: siete parte di noi, tutti insieme siamo il motore, l’amore, la forza di quanto facciamo per i nostri bambini. Per questo non ci fermeremo ed insieme ce la faremo. Ricordiamo sempre che la nostra scuola ha radici forti: Maria Rafols e Giovanni Bonal avevano un immenso coraggio interiore e, con grande impegno educativo e caritativo, mai si fermarono davanti ai problemi del loro tempo. Anche noi faremo così, non ci fermeremo! Siamo parte di una grande congregazione, quella delle Suore della Carità di Sant’Anna, e nessuno mai dovrà sentirsi solo. Andiamo avanti con forza e coraggio, guardiamo al futuro con speranza, sosteniamoci e seguiamo costantemente i nostri bambini perché, insieme ai genitori, dobbiamo dare esempio di unità, disciplina, responsabilità ed interezza.

A tutti voi: la vita talvolta ci dà delle lezioni e questa volta ci vuole ricordare quali siano i valori importanti, valori che abbiamo davanti tutti giorni, ma che spesso dimentichiamo. Questa prova ha messo a nudo la fragilità umana ma, nello stesso tempo, sta dando a tutti noi l’occasione per rinforzarci e vincere lo sconforto, ricordandoci che siamo figli di quel Padre che ci ama, che non ci abbandona e che invita a fidarci di Lui.

Tutto questo deve indurci a pregare ancora di più. Noi suore vi ricordiamo tutti i giorni nelle nostre preghiere.

Un caro abbraccio a tutti, siamo con voi con il cuore.

Suor Marisella Orozco e tutte le consorelle.

Il coronavirus spiegato ai bambini dai bambini

“No, non è Halloween, non è più carnevale, e nemmeno una festa in maschera. E allora perché non siamo andati a scuola?”

Si chiede un bambino, togliendosi una mascherina che tutti ormai abbiamo imparato a conoscere in questi giorni. Forse anche ai tuoi figli sarà sembrata un po’ una vacanza inaspettata. Almeno, la prima settimana. Ma poi lo stop alle lezioni è stato prolungato, niente sport o attività pomeridiane, mentre le strade della vostra città si svuotavano. E allora, magari, un po’ di paura hanno iniziato a provarla anche loro.

Chi meglio di un bambino può trovare le parole giuste per spiegare il Coronavirus? Un video che unisce divertimento e regole utili per raccontare il virus ai piccoli.

 

MIUR: istruzioni operative in seguito al Dpcm dell’8 marzo 2020
MIUR: istruzioni operative in seguito al Dpcm dell’8 marzo 2020

Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca ha emanato le istruzioni operative in seguito al Dpcm dell’8 marzo 2020 promulgato dalla Presidenza del Consiglio.

Con la nota n.279 dell’8 marzo, il Miur fornisce le prime indicazioni essenziali per l’applicazione del decreto della presidenza del consiglio

Per quanto attiene il personale fuori dalle sedi di servizio nelle aree indicate dall’articolo 1 del DPCM 8 marzo 2020, si rinvia a quanto disposto all’articolo 1, c. 1 lettera a) del DPCM 8 marzo 2020, il quale autorizza “gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative”.

Non esiste, infatti, alcun divieto di ingresso e/o uscita dalle aree indicate dall’articolo 1 del DPCM. Recarsi sul posto di lavoro costituisce esigenza di servizio, da comprovarsi anche con una semplice dichiarazione resa in caso di controllo.

Per quanto concerne il personale docente, la presenza nelle istituzioni scolastiche è strettamente correlata alle eventuali esigenze connesse alla attività didattica a distanza. Allo stesso modo si adottano le stesse misure per quei profili Ata la cui prestazione non è esercitabile a distanza.

Nelle istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione sono sospese tutte le riunioni degli organi collegiali in presenza fino al 3 aprile 2020.

Si raccomanda di valutare attentamente l’opportunità di mantenere impegni collegiali precedentemente calendarizzati, riducendo allo stretto necessario gli incontri organizzati in via telematica, al fine di lasciare ai docenti il maggior tempo possibile per lo sviluppo della didattica a distanza.

Per quanto concerne, invece, le supplenze brevi e temporanee del personale docente, il Miur sottolinea l’atipicità della “sospensione delle attività didattiche in presenza” e la contestuale attivazione di forme di didattica a distanza, che vedono già l’impegno del personale docente con supplenza breve e temporanea.

Nel caso di assenze dei docenti titolari nel corso della sospensione delle attività didattiche in presenza, dunque, i dirigenti scolastici si avvalgono dei supplenti, compatibilmente con quanto previsto dalla normativa vigente, al fine di garantire la didattica a distanza.

Leggi il documento completo

Dcpm del 4 marzo 2020
Dcpm del 4 marzo 2020

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, ha firmato un nuovo “decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri” con misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus. Potete leggere il testo completo del decreto cliccando qui

 

Chiusura scuola per emergenza Covid-19
Chiusura scuola per emergenza Covid-19

In data odierna il Consiglio dei Ministri ha ordinato la chiusura straordinaria di scuole e atenei d’Italia da domani 5 marzo al 15 marzo per il contenimento sanitario da COVID-19.

Si invitano pertanto i genitori della Scuola dell’infanzia e primaria al ritiro del materiale scolastico domani 5 marzo, dalle ore 8.00 alle ore 9.00, per facilitare il lavoro a casa di insegnanti e alunni.
Grazie per la collaborazione.

La Direzione didattica

Decreto emergenza Corona virus
Decreto emergenza Corona virus

Regione Lazio 26 febbraio 2020

Scuola, norme di comportamento e rientro.

In vigore per tutte le scuole di Roma Capitale, come per le altre, le disposizioni contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25/02/2020 in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID 19 (Coronavirus).

–  La riammissione nelle scuole per assenze dovute a malattia di durata superiore a 5 giorni avviene – fino alla data del 15 marzo – dietro presentazione di certificato medico.

– I viaggi di istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche sono sospese fino al 15 marzo.

– Chi rientra in Italia dopo aver soggiornato negli ultimi 14 giorni in aree della Cina interessate dall’epidemia, deve comunicarlo al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria territorialmente competente e attenersi alle indicazioni della Asl.